Mi presento

Buongiorno ( o buonanotte)

Sono Masetti Marco, nato a S. Giovanni in Persiceto nel 1956. Dopo aver sostenuto gli esami del biennio di ingegneria edile, ho deciso di cambiare rotta. Il disegno era ridotto ai minimi termini e troppo tecnico, sostanzialmente tutto verteva sulla fisica e sulla matematica. Non c’era spazio per la creatività e per la fantasia, ma solo per il calcolo. Pertanto, nonostante gli sforzi iniziali, abbandonai tutto, poi mi diplomai in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, nel 1986, con una tesi sullo spazio prospettico e le anamorfosi curvilinee.  Il prof. Silvanno Chinni mi mise in guardia per aver realizzato un lavoro così impegnativo: “Essere troppo bravi è pericoloso”, mi disse. Rimasi perplesso, poi con il tempo capii cosa intendeva dire. Entrare nelle Accademie senza “santi in cielo” è praticamente impossibile, inoltre possono esserci invidie o addirittura qualcuno potrebbe temere eventuali concorrenti. Ebbi occasione di insegnare per un pentamestre Scenotecnica ad Urbino, ma ciò fu dovuto ad un fatto imprevisto. In effetti mi inserirono in diverse graduatorie nazionali, ma salvo quella breve opportunità non fui mai chiamato, mi adattai pertanto a fare il maestro elementare.  Facendo comunque tesoro del prezioso insegnamento del prof. Bruno D’Amore, ho continuato ad approfondire gli studi di geometria in collegamento con le arti visive. Successivamente mi sono diplomato presso il biennio accademico AS2, con una tesi dal titolo Odissea Aldrovandiana, poi pubblicata, con relatori Mario Brattella, Massimo Pulini e  Pietro Lenzini, con lo storico dell’arte Adriano Baccilieri nella figura di preside del corso. La frequenza a quel biennio, grazie all’interessamento di Mario Brattella, mi permise poi di tenere per otto anni un corso di disegno prospettico presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, ma poi venendo a mancare Mario fui curiosamente escluso da quell’insegnamento. Si trattò di un evidente abuso dato che, avendo fatto ricorso, l’Accademia dovette risarcirmi, non avendo applicato quanto previsto nel bando per selezionare un esperto del settore. Questo a dimostrazione che nelle Accademie non sempre si premiano l’impegno e le competenze.

Durante la frequenza a quel biennio, su consiglio del prof. Fabio Marchese, mi decisi ad acquistare un computer. Credevo di accenderlo solo occasionalmente, ma poi mi resi conto che la geometria analitica può tradursi in immagini e praticamente da allora passo diverse ore ogni giorno sul calcolatore. Invito a visionare il Forum di GDL-discussione sul linguaggio di programmazione di ArchiCAD in                                       http://www.archiradar.it

Un libro tecnico pubblicato sull’argomento è scaricabile nelle librerie ebook, qui allego il link di una versione a risoluzione bassa:               programmazione_gdl_ebook

Ho illustrato libri, creato storie a fumetti. Ho progettato carri allegorici e scenografie per gruppi carnevaleschi, nel mio paese natale, dove nacque Giulio Cesare Croce, il padre di Bertoldo. Scrivo anche poesie, amo la musica ed ho il senso del ritmo, disprezzo lo spreco e l’inquinamento, anche morale. Sono rappresentante in Italia della rivista spagnola di letteratura internazionale AIR, diffusa dal Giappone all’America Latina, diretta da Mariette Cirerol che ha tradotto diverse mie poesie in spagnolo e in francese.

http://revistaair.org/marcomasetti.htm

Attualmente sono insegnante presso il Liceo Artistico Venturi di Modena e, come ho detto, sono stato docente esterno presso l’accademia di Belle Arti di Bologna per il disegno prospettico per otto anni consecutivi a partire dall’anno accademico 2015-16 . Sulla prospettiva, o meglio sulle prospettive, ho per il momento pubblicato tre testi tecnici sull’argomento, tra cui:

http://www.ibs.it/ebook/Masetti-Marco/La-prospettiva-e/9788891154750.html

Peccato che pure la cosiddetta riforma Gelmini abbia praticamente eliminato l’insegnamento della prospettiva nelle scuole superiori, riducendo le ore di discipline geometriche da 20 a 6 ore sull’arco di 5 anni. Certamente pasticciare con i programmi 3D, senza avere basi di geometria descrittiva, non può formare progettisti validi.

Considero Modena mia città di adozione, perché ha ancora una dimensione umana, da paese di provincia, ma nel contempo è organizzata razionalmente come una città europea. Probabilmente è un lascito della tradizione asburgo-estense, come l’Accademia Atestina ora Liceo Artistico Venturi, dove in alto campeggia il fregio con l’aquila a due teste. Rispetto l’Italia di oggi che sembra disprezzare la cultura per portare avanti le conventicole ad ogni livello, i duchi di Modena hanno lasciato vestigia di segno opposto.

Il mio indirizzo e-mail:

promasetti@gmail.com

Ho pubblicato:

La veglia della ragione, 2007, Roma, una raccolta di poesie e disegni dove sono esposti in maniera creativa anche concetti geometrici e matematici.

La prospettiva scenica e tridimensionale, 2009, Pitagora Editrice Bologna, dove è trattato in particolare un aspetto della prospettiva: l’ omologia tridimensionale, in connessione con la scenotecnica.

Il seguente link permette di scaricare una copia in PDF, a titolo esemplificativo, contenente i primi tre capitoli.

la-prospettiva-scenica_cap-1-3

Alcuni libri sono disponibili anche in formato digitale:

La prospettiva e la costruzione dello spazio figurativo

la-prospettiva-e-la-costruzione-dello-spazio-figurativo-9788891154750

Per saperne di più visita uno di questi blog:

http://curvilinearperspective.wordpress.com

http://vegliadellaragione.wordpress.com

https://fumettimasetti.wordpress.com

oggettigeometricigdl.wordpress.com

difenditidalledonnacce.wordpress.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...